Il lavoro in laboratorio è tanto stimolante quanto delicato: avendo spesso a che fare con sostanze pericolose, bisogna fare attenzione non solo durante il maneggio delle provette, ma anche nella scelta dell’abbigliamento che gli addetti di laboratorio dovranno indossare durante l’orario di lavoro. Quali sono i requisiti irrinunciabili di un buon camice da laboratorio?

Nel scegliere un camice da laboratorio bisogna tenere conto di diversi fattori: in primo luogo, il camice dovrà soddisfare i requisiti di sicurezza imposti dal luogo in cui viene utilizzato; a tal proposito è sempre bene optare su prodotti certificati secondo severi standard qualitativi. In secondo luogo, bisogna tenere conto che il camice deve essere indossato per diverse ore al giorno e quindi, accanto a sicurezza e igiene, deve garantire anche un adeguato livello di comfort. Scendendo più nel dettaglio e sintetizzando queste osservazioni in alcuni punti chiave, possiamo sostenere che un buon camice da laboratorio:

  1. Deve essere realizzato in materiale antiacido: chi lavora in laboratorio, infatti, entra spesso a contatto con sostanze il cui livello di acidità supera le soglie di sicurezza. Oltre ad adeguate protezioni per occhi e viso, dunque, è necessario fornirsi di un camice da laboratorio che sappia proteggere da eventuali schizzi o versamenti di queste sostanze, riducendo il rischio che il materiale corrosivo possa generare lesioni o bruciamenti agli addetti che lo maneggiano. Quando scegli un camice da laboratorio, controlla sempre che sia garantito antiacido.
     
  2. Il camice deve scendere fino alle gambe, coprendo integralmente la parte superiore del corpo. La lunghezza delle maniche può invece dipendere dalle specifiche indicazioni di sicurezza del luogo di lavoro: in laboratori che maneggiano sostanze pericolose più raramente, si utilizzano talvolta anche camici a mezze maniche, soprattutto durante la stagione estiva. Al contrario, nei luoghi in cui le norme di sicurezza sono più stringenti e severe, è sempre raccomandato l’uso di camici da laboratorio a manica intera, per una protezione integrale delle braccia. Accanto ai camici da laboratorio veri e propri, esistono poi delle casacche che includono anche dei pantaloni con le stesse qualità del camice.
     
  3. Un buon camice da laboratorio deve essere realizzato con dei materiali che garantiscano igiene, resistenza meccanica e termica, resistenza agli agenti chimici e, naturalmente, comfort e traspirazione. Le migliori soluzioni impiegano una combinazione di cotone e di materiali sintetici – in particolare, poliestere – una soluzione che si è rivelata efficace nel soddisfare tutte queste necessità.

 

Il catalogo Isacco include una linea di camici da laboratorio di alta qualità, perfettamente confacenti alle qualità sopra citate e ideali per un lavoro sicuro e confortevole. Le nostre soluzioni professionali uniscono sempre funzionalità e pregio estetico, offrendo un ottimo rapporto qualità prezzo.

 

Consulta la sezione dedicata ai camici da laboratorio!