Sì, la cucina è sempre piena di nuovi trend per stupire i clienti con piatti innovativi ed originali. Come sappiamo la regola è sempre la stessa: differenziarsi dalla concorrenza. Per questo c’è stato l’anno del sushi, poi il boom degli hamburger ed infine un grande ritorno dei prodotti di mare. Prima con gli aperitivi in pescheria ed ora con una “new entry” dritta dritta dalla East Coast americana: il lobster roll.
Scopriamo insieme tutti i segreti di questo nuovo piatto, richiestissimo all’estero, e che si affaccia per la prima volta in Italia in chiave gourmet. 

LE ORIGINI
In molti credono che il panino sia nato nel Maine ma non è proprio così. Il lobster roll è nato nel 1929 in Connecticut da Perry’s, un noto ristorante di Milford. Bastò infatti inserirlo nel menù per trasformarlo in un prodotto icona per tutta la costa. Si deve però cambiare Stato ed arrivare agli anni ’70 per avere la ricetta che tutti oggi conosciamo: quella del Maine con burro fuso, maionese, lime, erba cipollina e pane morbido! Nasce così uno dei panini più apprezzati degli Stati Uniti!  

LE CARATTERISTICHE
L’originale lobster roll del Maine ha delle ferree caratteristiche, prima di tutto sul pane. Già perché in molti potrebbero utilizzare quello morbido degli hot-dog ma non è così. Il giusto pane per un ottimo lobster roll è il “New England” o il “Frankfurter”, cotto in maniera differente rispetto al classico pane per i wurstel al fine di avere fette più larghe da imburrare e grigliare nella parte esterna. Ed Il ripieno? Semplicissimo. La carne deve invece essere servita fredda con un velo di maionese a separare l’astice dal pane. Sono questi i segreti per un ottimo lobster roll!!   

LOBSTER ROLL IN ITALIA
In Italia è ovviamente Milano la prima città ad accogliere questa nuova ricetta proponendola con incredibile piacere sia ai suoi turisti che a tutti gli appassionati gastronomici. Il precursore di questo nuovo piatto è un po’ stato Corallo, il piccolo ristorante all’ultimo piano della Rinascente, con un panino da veri intenditori: astice abbondante ma con la giusta dose di sale (il che non è proprio facile). A cavalcare l’onda c’è anche uno dei locali più in voga di Milano: il Fishbar de Milan. Il ristorante propone infatti una sua succulenta versione con pane al lievito madre, astice del Maine, lattuga, erba cipollina, pepe nero e maionese. Una specialità!   

State pensando anche voi di inserirlo nel menù? 

(Credits: photo 1, photo 2, photo 3, photo 4)